Ubuntu

Da Valsusinux.

Ubuntu è una distribuzione che in poco tempo ha guadagnato il favore di gran parte degli utenti GNU/Linux, soprattutto a causa della sua stabilità e flessibilità, doti che la rendono adatta sia per un principiante, sia per utenti più esperti. Occorre precisare che si tratta sempre della stessa distribuzione, che però, per comodità, viene presentata con impostazioni predefinite diverse. Ad esempio, è possibile ottenere un sistema desktop GNOME anche effettuando l'installazione server e poi installando i pacchetti relativi a gnome-desktop. Analogamente, è possibile installare contemporaneamente GNOME, KDE e Xfce installando da uno qualsiasi dei 4 CD ed i pacchetti necessari; in questo caso, è possibile scegliere l'ambiente desktop ad ogni sessione.

È anche possibile realizzare un server partendo da un'installazione desktop, ma questa pratica è sconsigliata per motivi di sicurezza, in quanto la configurazione di un desktop è generalmente più permissiva di quella di un server.

Ubuntu viene distribuito anche in CD live installabili. Questo significa che ogni CD desktop può essere usato come live (ad esempio per provare il sistema) e successivamente installato tramite un semplice strumento, al quale si può accedere direttamente da un collegamento sul desktop.



Indice

Versioni

Versione Nome Rilascio Fine supporto Caratteristiche
4.10 Warty Warthog
(Facocero Verrucoso)
20 ottobre 2004 30 aprile 2006 Versione iniziale; servizio Shipit />
5.04 Hoary Hedgehog
(Riccio Veterano)
8 aprile 2005 31 ottobre 2006 Manager aggiornamenti; notifiche aggiornamenti; readhead; grepmap; standby, sospensione e ibernazione per i laptop; aggiornamento dinamico della frequenza del processore; database dell'hardware; Kickstart; installazione da dispositivi USB; UTF-8; autenticazione APT
5.10 Breezy Badger
(Tasso Arioso)
12 ottobre 2005 13 aprile 2007 Bootup grafico; strumento "Aggiungi/Rimuovi..."; selettore lingue; supporto dei volumi logici; pieno supporto a stampanti Hewlett Packard; supporto per installazioni OEM; integrazione in Launchpad
6.06 LTS, Dapper Drake
(Papero Signorile)
1° giugno 2006 Desktop:
giugno 2009

Server:
giugno 2011
Prima versione LTS; fusione tra Live CD e CD di installazione; installer grafico Ubiquity sul Live CD; Usplash anche in chiusura; manager delle reti per una veloce e semplice passaggio tra connessioni wireless; il tema grafico segue le linee del progetto Tango; possibilità di installare una soluzione LAMP; possibile installazione su supporti USB; introduzione dell'installatore grafico GDebi di pacchetti Debian
6.10 Edgy Eft
(Tritone Tagliente)
26 ottobre 2006 aprile 2008 Il tema 'Human' viene radicalmente modificato; inclusione del demone Upstart; strumento di report dei crash; applicazione Tomboy (appunti); gestore album fotografici F-spot; EasyUbuntu si ricongiunge a Ubuntu con un merge sui pacchetti e funzionalità
7.04 Feisty Fawn
(Cerbiatto Esuberante)
19 aprile 2007 ottobre 2008 Assistente alla Migrazione (tra sistemi operativi); supporto kernel alle macchine virtuali; installazione semplificata di codec e driver; effetti desktop Compiz; supporto WPA; cessato supporto per PowerPC; aggiunta dei giochi Sudoku e scacchi; aggiunti strumenti di analisi del disco; aggiunta del Centro Controllo GNOME e di ZeroConfig per molti dispositivi
7.10 Gutsy Gibbon
(Gibbone Coraggioso)
18 ottobre 2007 aprile 2009 Compiz attivato di default; framework AppArmor; ricerca rapida sul desktop; cambio veloce del profilo utente; alcuni plugin per Mozilla Firefox vengono gestiti da APT; strumento grafico per configurare X.Org; nuovo sistema di stampa PDF; pieno supporto NTFS attraverso NTFS-3G
8.04 LTS* Hardy Heron
(Airone Audace)
24 aprile 2008 Desktop:
ottobre 2011

Server:
ottobre 2013
Miglioramenti nel tema Tango; miglioramenti nell'usabilità di Compiz; integrazione degli strumenti di ricerca; miglioramenti su Brasero (masterizzazione); uso del client BitTorrent Transmission e del client VNC Vinagre; versione OpenOffice.org 2.4; utilizzo di PulseAudio
8.10 Intrepid Ibex
(Stambecco Intrepido)
30 ottobre 2008 aprile 2010
Completo remake dell'interfaccia utente; scalabilità dai computer palmari fino al desktop; incremento della flessibilità di connessione in rete; presenza di applicazioni orientate al multi-touch; GNOME 2.24
9.04 Jaunty Jackalope
(Lepre Cornuta Disinvolta)
aprile 2009 ottobre 2010 Maggior livello di usabilità; tempi di avvio ridotti; integrazione fra web e desktop; disponibilità del codice di Ubuntu su Bazaar
9.10 Karmic Koala
(Koala Karmico)
ottobre 2010 aprile 2011 Tempi di avvio ulteriormente ridotti; introduzione di applicazioni orientate al cloud computing nella versione server; GNOME 2.28; OpenOffice 3.1; gcc-4.4.; Firefox 3.5; File system Ext4 (predefinito); GRUB 2; Morphing Windows, inclusione di Empathy come client IM predefinito, sostituzione del deprecato hal con DeviceKit e udev, driver grafici Intel con accelerazione UXA, servizio Ubuntu One installato di default, Kernel mode Setting, uso di Xsplash al posto di Usplash, uso di Upstart al posto del demone init System V.
10.04 Lucid Lynx
(Lince Lucida)
aprile 2010 ottobre 2013


Legenda:
Vecchia versione (non più supportata) Vecchia versione (ancora supportata) Versione corrente Versione in sviluppo (già supportata) Versione futura


Ci sono diverse distribuzioni derivate da Ubuntu sia ufficiali che non ufficiali. Le varianti derivate da Ubuntu installano una diversa raccolta di pacchetti, e servono a rispondere a bisogni locali che Ubuntu non soddisfa (come una localizzazione, programmi di interesse nazionale o in un ambito specifico).

Ogni variante ufficiale ha comunque la possibilità di installare software incluso in altre varianti semplicemente attingendo ai repository di Ubuntu (ad esempio, Kubuntu può installare pacchetti previsti per Xubuntu). Queste diverse versioni vengono sviluppate da gruppi di programmatori separati che cercano di portare alla distribuzione funzionalità differenti.

Derivate ufficiali

  • Kubuntu, derivata che utilizza l'ambiente desktop KDE.
  • Edubuntu, derivata progettata per ambienti scolastici e per bambini, include molti programmi educativi.
  • Ubuntu Mobile, versione per dispositivi mobili.
  • Ubuntu Server, senza interfaccia grafica, utilizzabile come server e con la possibilità di installare una intera piattaforma LAMP in 15 minuti.
  • Ubuntu Server JeOS (pronunciata come juice, succo), versione ottimizzata di Ubuntu Server, usabile per creare macchine virtuali, senza applicativi aggiunti e molto leggera.(dalla versione Intrepid Ibex è un installazione di Ubuntu Server disponibile premendo F4 nel menù prima dell'installazione)
  • Ubuntu Netbook Remix, sviluppata appositamente per i computer "ultraportatili".


Le versioni Kubuntu ed Edubuntu possono essere richieste gratuitamente con il servizio Shipit.

Derivate riconosciute

Le seguenti derivate sono ufficialmente riconosciute da Canonical dato il loro significativo apporto allo sviluppo di Ubuntu:

  • Gobuntu, versione privata di qualsiasi pacchetto proprietario e contenente quindi solo software libero.
  • Xubuntu, versione leggera basata sull'ambiente desktop Xfce. È indicata per computer obsoleti e/o poco potenti, per reti thin client, o per chi desidera particolari prestazioni, in termini di velocità, per la propria macchina.
  • Ubuntu Studio, versione derivata, riconosciuta e supportata. È rivolta alla produzione multimediale amatoriale e professionale.

Derivate non ufficiali

Vi sono anche varianti non ufficiali che non sono supportate da Canonical e sono generalmente dei fork con differenti obiettivi. Hanno in genere dei repository separati da quelli ufficiali di Ubuntu.

  • gNewSense, include solo software con licenze Free Software.
  • Ebuntu, utilizza l'ambiente desktop Enlightenment.
  • gOS, variante focalizzata sul Web 2.0, in ambiente Enlightenment oppure GNOME.
  • Fluxbuntu, che utilizza l'ambiente desktop Fluxbox.
  • Ubuntu Lite, utilizza il window manager IceWM.
  • Linux Mint: variante che include nativamente codec proprietari quali flash, Macchina virtuale Java|Java.
  • FUSS: versione dedicata al mondo della scuola e ai suoi servizi.
  • nUbuntu, include molti strumenti per la sicurezza di rete.
  • DevUbuntu: include software preconfigurato per lo sviluppo software o web e include molta documentazione.
  • Ubuntu Christian Edition: include software a sfondo cristiano.
  • Ubuntu Satanic Edition: include software a sfondo satanico.
  • Ubuntu Muslim Edition: include software a sfondo islamico.
  • Goobuntu: variante prodotta da Google per usi interni all'azienda.

Derivate non ufficiali italiane

  • Ufficio Zero, una distribuzione italiana pensata per l'ufficio.
  • Ubuntu-FF, variante della versione 7.04 con software dedicati alla programmazione.
  • So.Di.Linux for all, variante italiana della versione 7.04 con software dedicati al mondo della scuola.
  • Polibuntu, distribuzione del Politecnico di Milano, studiata per grafici e programmatori.
  • OpenGEU, distribuzione live completamente rielaborata per integrare il gestore finestre Enlightenment con alcune parti di Gnome.

Creazione di una propria derivata

Con programmi come Ubuntu Customization Kit, remastersys oppure reconstructor si possono creare Live CD personalizzati di Ubuntu, aggiungendo funzionalità o rimuovendo programmi non utilizzati.

Download ultima versione tramite BitTorrent

Per utilizzare la rete BitTorrent, è necessario installare un client BitTorrent. versione CD

  • desktop: architetture

[amd64] http://releases.ubuntu.com/releases/intrepid/ubuntu-8.10-desktop-amd64.iso.torrent [i386] http://releases.ubuntu.com/releases/intrepid/ubuntu-8.10-alternate-i386.iso.torrent

  • alternate: architetture

[amd64] http://releases.ubuntu.com/releases/intrepid/ubuntu-8.10-alternate-amd64.iso.torrent [i386] http://releases.ubuntu.com/releases/intrepid/ubuntu-8.10-alternate-i386.iso.torrent

Download ultima versione tramite http/ftp

Su ubuntu-it.org è presente un modulo di dowload espressamente congegnato per scegliere la versione più adatta alle proprie esigenze.

È inoltre possibile scaricare la versione 7.10 in DVD, disponibile però solo per piattaforme i386 ed amd64.



--SimoLinux 11:34, 2 nov 2008 (UTC)

Strumenti personali
aiuto
associazione